Teoria e Solfeggio

06-11-2017

CORSO DI TEORIA E SOLFEGGIO

La pratica del Solfeggio è utile a tutti gli allievi musicisti e aiuta a prendere dimestichezza con lo spartito, le note, e più in generale con le suddivisioni temporali .
Il corso di Solfeggio ha come principale obiettivo quello di abituare alla lettura e scrittura della musica, attraverso lo studio dei suoi elementi fondamentali, quali: durata e altezza delle note, tempo, ritmo, tonalità, ecc. e sono inoltre trattati elementi di Teoria Musicale indispensabili per l’approccio a qualsiasi strumento.

Il corso completo prevede la preparazione agli esami per le Certificazioni di Livello A – B – C al Conservatorio di Torino

PROGRAMMA PER L’ESAME DI CERTIFICAZIONE DI LIVELLO A

Tre prove con una valutazione per ogni prova in centesimi e media finale
1. Lettura Ritmica: Estemporanea di base anche con terzine nel movimento, in tutti i tempi
semplici e composti, in Chiave di Violino e Basso.
2. Lettura Cantata: Estemporanea in Chiave di Violino, facile, non oltre un accidente in chiave,
senza modulazioni, con intervalli non oltre la quinta.
3. Teoria: Esposizione verbale di argomenti, proposti dalla commissione, relativi al programma
del primo anno di corso.

PROGRAMMA PER L’ESAME DI CERTIFICAZIONE DI LIVELLO B

Sei prove con una valutazione per ogni prova in centesimi e media finale
1. Dettato: Scrivere sotto dettatura strumentale un dettato facile di otto battute, senza
modulazioni non oltre un accidente in chiave, o di modo Maggiore o di modo Minore.
2. Lettura Ritmica: Estemporanea di media difficoltà in Chiave di Violino con figure irregolari
di base solo nel movimento.
3. Lettura in Setticlavio: Estemporanea di base con ritmica facile.
4. Lettura Cantata: Estemporanea di media difficoltà in Chiave di Violino in tutte le tonalità
maggiori e minori, con modulazioni ai toni vicini.
5. Lettura Cantata in Trasporto: Estemporanea in Chiave di Violino, facile, non oltre un
accidente in chiave, senza modulazioni con intervalli non oltre la quinta. Solo un tono, sopra
o sotto.
6. Teoria: Esposizione verbale di argomenti, proposti dalla commissione, relativi al programma
del secondo anno di corso.

PROGRAMMA PER L’ESAME DI CERTIFICAZIONE DI LIVELLO C

Sei prove con una valutazione per ogni prova in centesimi e media finale
1. Dettato: Scrivere sotto dettatura un dettato di otto battute con modulazione ai toni vicini e
rientro nella tonalità d'impianto.
2. Lettura Ritmica: Estemporanea con ritmiche complesse in Chiave di Violino con figure
irregolari di vario tipo ed eventuali tempi irregolari. Prova sugli abbellimenti e, a giudizio
della commissione, anche prove ritmiche alternative.
3. Lettura in Setticlavio: Estemporanea con ritmica di media difficoltà.
4. Lettura Cantata: Estemporanea in Chiave di Violino in tutte le tonalità con modulazioni.
5. Lettura Cantata in Trasporto: Estemporanea in Chiave di Violino di media difficoltà, con
modulazioni. Sopra, sotto, di un tono o di un semitono diatonico.
6. Teoria: Esposizione verbale di argomenti, proposti dalla commissione, relativi al programma
completo (inclusi anche i programmi delle certificazioni A, B,) con particolare attenzione
per tutti gli elementi utili a garantire un buon accesso ai corsi d'armonia.

Pagina generata in 0.26676106452942 secondi