Notizie e Comunicazioni

L'Angolo del Presidente

24 dicembre 2020
Carissimi,
sono arrivata solo all'ultimo a scrivere questa lettera, perché quest'anno è proprio difficile pensare a come fare gli auguri di Natale.

Eppure mai come quest'anno abbiamo bisogno di parole per stare vicini; non possiamo usare nient'altro che quelle!

Ma forse è che ne sono state dette e ne vengono dette così tante che a volte ci impauriscono, a volte ci mettono l'ansia e a volte ci infondono speranza.

E così mi sono ritrovata a pensare che è proprio difficile trovarne altre, diverse: è veramente un'ardua impresa!

Ma forse se ci penso bene non è proprio così!

Noi possiamo permetterci di parlare di ricordi, di emozioni, di MUSICA. Noi abbiamo la fortuna di vivere una vita parallela, perché SI', la Musica ci offre una vita parallela.

E questo non ce l'ha potuta togliere neanche il Lockdown!

Noi abbiamo continuato a stare vicini con i nostri video ex novo e con i nostri video del passato.

Abbiamo scoperto come si usa WeTransfer per inviare una ripresa video a Claudio; abbiamo inciso dei bellissimi dischi con le nostre cantanti; abbiamo imparato che l'Associazione ha creato un canale YouTube dove rivedere il passato; qualcuno ha aperto per la prima volta una pagina Facebook per vivere insieme a noi il periodo del Lockdown ed io ho imparato a usare Video Maker per creare la magia dell'incontro con voi nella musica, attraverso i video dei nostri viaggi e dei nostri concerti.

... Insomma... noi abbiamo tenuto duro: GRAZIE ALLA MUSICA!

Possiamo dire che la Musica ci unisce sempre e comunque. Così come la Famiglia che viene tenuta insieme da un filo invisibile.

Siamo stati anche nei tempi più duri una vera Famiglia: abbiamo rispettato le regole, ci siamo adeguati alle chiusure, alle lontananze, alle lezioni on line, ma siamo qui... come su una linea di partenza ad aspettare lo sparo, che decreterà la possibilità di correre ancora verso la progettazione di nuovi spettacoli da vivere insieme.

E da ciò impareremo che non saranno più solo una fatica, che non sarà scontato il Concerto di Natale o il Saggio del nostro bimbo piccolino.
Abbiamo imparato che senza la Musica non si può vivere bene... si può solo sopravvivere!

Peccato per chi non lo sa, perché non ha la fortuna di vivere la nostra vita parallela!

Con grande affetto BUON NATALE!

Il Vostro Presidente
Concetta Rinaldi

Pagina generata in 0.22371196746826 secondi